ASAMINA TRILOBA

  • Si adatta bene al nostro clima ed è in grado di sopportare minime termiche molto rigide (fino a – 30 °C)
  • Preferisce terreni subacidi (pH 5-7) ricchi di humus senza ristagni idrici.
  • Pianta di taglia contenuta - max 4-5 metri di altezza.
  • Decorativa in autunno per il bel fogliame giallo.
  • Frutti di grosse dimensioni (fino a 400 gr.se ben diradati) che maturano da fine agosto a metà settembre.
  • Polpa bianco-giallastra molto aromatica e profumata, con sapore tipico che è un misto tra la banana, l'ananas e il mango.
  • frutti hanno un alto contenuto nutritivo e calorico, sono ricchi di vitamina A e C, di sali minerali tra cui calcio, ferro, magnesio e potassio; hanno proprietà anticancerogene.
  • La pianta è estremamente rustica e non necessita di trattamenti antiparassitari.
  • Esige solo frequenti irrigazioni e concimazioni nei primi 2 anni dopo l'impianto.

N.B: Le nostre piante sono tutte innestate con la varietà autofertile "Sunflower" a garanzia di produzioni sicure ed abbondanti

GOJI

Miracoloso arbusto originario dell'Himalaya, dal fogliame caduco, i cui frutti sono delle piccole bacche rosse che somigliano ad una piccola ciliegia allungata, apprezzato per il suo gusto leggermente zuccherato. Viene consumato sotto forma di frutti freschi o secchi e sotto forma di succo. Spesso è ridotto in polvere e usato per modificare il gusto di alcuni alimenti quali yogurt, succhi, marmellate….Ancora poco conosciuti in Europa, questi frutti godono a livello mondiale di una formidabile reputazione medicinale. Ricchi in vitamine, minerali e oligoelementi, queste bacche sono presentate come fantastici frutti che contengono 400 volte più vitamina C che l'arancia e 13% più di proteine che il grano intero. Il goji è anche un'eccellente sorgente di antiossidanti con una importantissima proporzione di carotenoidi, ma anche 4 polisaccaridi propri di questo vegetale e che non si ritrovano da nessuna altra parte. Il potere antiossidante delle bacche di goji è il più alto in assoluto tra tutti gli alimenti conosciuti!Il goji permette di rinforzare le difese immunitarie, ha proprietà antinfiammatorie, fa abbassare la pressione arteriosa, il tasso di colesterolo e di zuccheri nel sangue, migliora l'assimilazione del calcio, alleggerisce il fegato. Il goji è utile nei casi di stanchezza, di debolezza immunitaria, di ipertensione, di infezione urinaria, di eccesso di colesterolo, di prevenzione dei disturbi oculari. Rallenta la crescita dei tumori cancerosi e riduce gli effetti secondari dei trattamenti anti-tumorali.ATTENZIONE il goji in coltivazione e' molto sensibile al mal bianco.In caso di attacco intervenire con ZOLFO o antioidici specificiI polloni che si allungano molto possono essere spuntati più volte durante la stagione vegetativa.

DATTERO ITALIANO

  • Bellissima pianta dalla vita secolare
  • Frutto di grossa pezzatura con nocciolo centrale molto sottile
  • Fruttificazione abbondante fin dai primi anni
  • Polpa molto tenera di eccellente sapore, con proprietà medicinali (consumato crudo è un ottimo diuretico, il suo decotto è indicato per la cura della tosse)
  • Va consumato dopo un leggero appassimento (10-15 giorni dopo la raccolta)
  • La pianta va messa a dimora in un luogo molto assolato e riparato (anche se sopporta temperature di 10° sotto zero)
  • Va allevato a forma libera e necessita di potatura di sfoltimento ogni 2-3 anni
  • Nelle nostre zone non richiede trattamenti antiparassitari

MIRTILLO GIGANTE

Arbusto alto fino a 2 metri, molto decorativo per l'abbondante produzione di fiori di color bianco-rosato in primavera e per il fogliame che d'autunno assume un intenso colore rosso. Produce frutti grossi del peso di 3-4 grammi che maturano da metà giugno a metà settembre a seconda della varietà. Il frutto è ricco di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti che rallentano l'invecchiamento corporeo. Il mirtillo esige:

  • Terreno acido (pH 4,5-5,5): mettere quindi nella buca al momento dell'impianto una buona dose di torba bionda o aghi di pino decomposti o terriccio per azalee mischiati con un 20% di terra esistente
  • Posizione ben soleggiata
  • Distanze d'impianto di mt.1-1,50 tra le piante e mt.2-2,50 tra le file
  • Piantagione superficiale, attenzione ai ristagni idrici, fare baulature, drenaggi.
  • Pacciamatura con torba bionda o aghi di pino o film nero per evitare le erbacce
  • Concimazione con concimi fisiologicamente acidi: solfato ammonico , perfosfato minerale, solfato potassico, solfato di ferro ( ogni 2/3 anni dare zolfo in inverno) meglio se dati a basse dosi piu' volte
  • Irrigazioni frequenti in estate con bassi volumi d' acqua
  • Potatura dopo il 3° e 4° anno per svecchiare il cespuglio e favorire la formazione di rami misti che producono i frutti migliori
  • Non necessita di trattamenti antiparassitari
  • Attenzione agli uccelli! (coprire con reti antigrandine)

CILIEGIE NANE

I vantaggi dei ciliegi nani:

  • Producono al 2°-3° anno dopo l'innesto
  • Al 5° anno producono fino a 10 kg di ciliegie per albero
  • Le piante sono alte al massimo 2-3 metri
  • Sono piante adatte anche per piccoli giardini, spazi ridotti o terrazzi
  • I frutti si presentano grossi e ben coloriti
  • I rami sono a portamento quasi orizzontale
  • Distanze d'impianto consigliate: mt. 4 x 2,5
  • Sistemi di allevamento consigliati: fusetto o a vaso basso

I ciliegi nani necessitano di:

  • Terreno buono, fertile, ben concimato
  • Irrigazioni durante l'estate
  • Potature regolari dal 4° anno in poi per mantenere giovani le piante ed avere frutti di qualità

CASTAGNI IBRIDI EURO-GIAPPONESI

Le varietà di castagne ibride francesi sono state ottenute da libera impollinazione di castagni giapponesi (Castanea crenata) da parte di castagni europei (Castanea sativa). Queste varietà presentano alcune tipiche caratteristiche quali:

  • Parziale resistenza al cancro della corteccia ed al mal dell'inchiostro
  • Precocità di fruttificazione (2° e 3° anno)
  • Minor vigoria rispetto ai castagni europei
  • Frutti di dimensioni notevoli (anche 50 grammi!)

Se ne consiglia l'impianto in terreni con pH subacido (5-6), a distanza di almeno mt.7x7. Evitare assolutamente i ristagni idrici. Per un'ottimale impollinazione è bene mettere a dimora almeno due varietà diverse. Le cure colturali sono le stesse che vengono prestate alle altre piante da frutto. Importante: mantenere sempre coperto il punto di innesto con mastice da potatura (Cicatrex, Legocortex) per evitare attacchi di cancro della corteccia. In caso di attacchi del patogeno, eliminare con un coltellino tutta la corteccia imbrunita e screpolata, spennellare un prodotto a base di rame ed il giorno dopo ricoprire con mastice cicatrizzante.

CASTAGNE LOCALI

VENEGONA:la più famosa e gustosa castagna delle prealpi varesine. Pezzatura media. Ottima pelabilità. Sapore eccezionale. Ideale per mondelle. MARRONE DI AZZIO:Pezzatura grossa, colore marrone striato. Gusto molto buoni. Utilizzabile sia bollito che in padella come caldarroste.

MELOGRANO ROSSO

Pianta rustica, resistente alla siccità e alle malattie. Fiori e frutti molto decorativi e appariscenti. Ideale per frutteto, giardino terrazzo. Frutti con numerose proprietà benefiche e terapeutiche. I semi della melagrana sono ricchi di vitamine, polifenoli con proprietà antiossidanti e sali minerali! Il succo della melagrana ha un'azione anticancerogena, previene le malattie cardiovascolari, diminuisce la pressione sanguigna e rallenta lo sviluppo dell'arteriosclerosi. Possiede il 71% di antiossidanti naturali contro il 40% del vino ed il 33% degli altri frutti rossi. Disponiamo delle varietà Acco, Wonderful e Mollar de Elche.